Home

Pendolari di tutto il mondo, unitevi!

Aguzzate la vista e siate pronti a vivere giornate indimenticabili all’insegna dell’osservazione dello spicchio di mondo che vi circonda: solo così, infatti, potrete sopportare l’angusta vita da “specialisti del mezzo pubblico”.

Pendolo ormai da un anno e mezzo da Como a Milano, per circa tre ore totale al giorno e ho imparato ad apprezzare la varietà umana che mi si spiega davanti .

Ed ecco i risultati delle mie fugaci osservazioni.

 Affarista: facilmente riconoscibile  grazie a giacca, cravatta, 24ore e immancabile cellulare all’orecchio. Accento marcatamente brianzolo o milanese,  delizierà tutto il vostro viaggio con problemi economici, finanziari, di bilancio, di marketing, di soldi, di fondi e del collega che ancora non ha capito nulla. Fatevene una ragione, difficilmente riconoscerà il fatto che i suoi problemi sono solo suoi e non di tutti i passeggeri.

 Cuffiettaro:  a qualunque ora, anche quelle più improponibili, qualunque cosa stia facendo, leggere, studiare, giocare al telefono, … le cuffie spara musica sono protuberanze naturali del suo apparato uditivo. Nulla di male, certo, almeno fino a quando il suo hard metal rimane confinato nelle sue orecchie. Data la rarità della cosa, abbandonate ogni tentativo di studio o di riposino e iniziate a farvi una nuova e inedita cultura musicale.

Lamentaro: studente o lavoratore che sia, ha come unica prerogativa quella di lamentarsi. Il collega, la pratica, l’esame, lo studio, il professore, l’amica, il fidanzato..insomma, ce n’è per tutti, non affrettatevi. Il consiglio è: imparate a riconoscerlo e tenetevene alla larga.

Studenti: quando gli studenti dello stesso corso decidono che è giunto il momento di ripassare tutto il ripassabile a voce alta, è la fine per tutta la carrozza. Preparatevi ad una lunga agonia a suon di diritto, economia, letteratura, chimica e chi più ne ha più ne metta. Ben presto le loro ansie da prestazione diverranno anche le vostre ansie.

Game-addicted: colui che non riesce a fare a meno di spararsi un’ora di viaggio giocando con lo smartphone o il tablet. Potrebbe, comunque, rivelarsi divertente studiarne le espressioni del viso e i movimenti del corpo che seguono assiduamente quelli del soggetto del gioco. L’unica cosa che mi verrebbe da dirgli è “rilassati, la vita è altrove”.

Scolaresche: scappate, via via via. Più lontano possibile, il prima che potete. Queste orde di ragazzini stra-emozionati per il giorno della gita non vi daranno pace tra urla, schiamazzi e passeggiate su e giù dalle scale alla ricerca dei loro amici. Dimenticate ogni buon proposito di studio o di riposino, perché anche questa volta, sarà tutto inutile.

Piccoli rivoluzionari: sfuggevoli come pochi, se ne ritrovano le tracce attraverso la loro personalissima messaggistica istantanea .

IMG_20140311_164346

Ma l’indelebile è ecologico?

(infine) Amici di asilo\elementari\medie\superiori\università\ecc..: tutti ne ritrovano qualcuno almeno una volta al giorno. Il dilemma sorge sempre spontaneo: mi siedo o non mi siedo vicino? Ma anche la risposa è altrettanto naturale. Passerete un’ora in memoria dei vecchi tempi o aggiornandovi sulle vostre vite, magari ridendo e scherzando, magari annoiandovi tremendamente. E magari, pure questa volta, i vostri piani di studio, di riposino o di finire il qui presente articolo saltano bellamente. Bellamente, appunto: perché i tre amici incontrati oggi, mi hanno rallegrato tutta la giornata!

E di esempi ce ne sarebbero ancora molti e molti ancora.. A voi, dunque, pendolari d’ogni luogo e d’ogni destinazione, studiare il genere umano che vi circonda e magari ritrovarvi piacevolmente stupiti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...