Home

I social network sono dei canali ideali per proporre la propria creatività ad un’utenza maggiore della semplice cerchia di amici. Lo sa bene Luigi Cecchi, in arte ‘Bigio’, autore di Drizzit, uno dei webcomic diffusisi grazie al ‘faccialibro’ e la cui pagina dallo scorso mese vanta oltre 17.000 ‘mi piace’, nonché 720 strisce pubblicate e anche più (grazie alle speciali, le bis, le minis, e gli approfondimenti vari sull’ambientazione).

935476_531231400245217_998824357_nLuigi Bigio Cecchi, alias l’Autore, e il suo fidato Alonso (sì, l’orsetto con la bandana rossa)

Bene, ma che cos’è Drizzit?  Drizzit è una storia (?) a fumetti che nasce come omaggio e parodia ai mondi fantasy tipici dei giochi di ruolo in stile Dungeons&Dragons, e che si è quasi subito evoluta sino ad acquisire caratteristiche autonome e un tono metalinguistico, mischiando all’ironia nei confronti dei ‘grandi’  l’ironia verso aspetti della nostra vita reale, tutto ben condito con l’immancabile autoironia di Bigio stesso. Compito di Drizzit infatti è dare ai propri lettori un sorriso quotidiano, a prescindere dal legante pretestuoso che è la trama, come più volte l’autore insiste nel ricordare.

Ciononostante, una trama c’è. Drizzit infatti è l’insieme delle avventure di un omonimo elfo oscuro dalla bassa statura che è fuggito dal proprio regno sotterraneo ed è incappato, dopo aver sterminato da solo, o quasi, un’intera compagnia di orridi orchi, in una banda di avventurieri. Le peripezie di questo gruppo strampalato sono divise attualmente in cinque serie, raccolte in quattro albi, di cui due hanno già ricevuto un’edizione cartacea. Esse sono:

  1. Drizzit – Le Origini – dalla striscia 1 alla striscia 80 & dalla striscia 81 alla striscia 257, edito da Shockdom;
  2. Drizzit e il Tesoro del Drago dalla striscia 258 alla striscia 407, edito da Shockdom;
  3. Legami di Sangue dalla striscia 408 alla striscia 563;
  4. L’amore è un Carnotauro Rosadalla stiscia 564 alla striscia 719;
  5. Quel Demone che non ti Aspettiin corso da questa settimana.

La combriccola si caratterizza, oltre che dell’intrepido Drizzit , il cui nome che parodia quello del personaggio fantasy Drizzt Do’Urden ideato da R.A. Salvatore, della sua pantera da evocazione Glenda; del barbaro Wally, un semi-demone dall’animo gentile che però perde ogni cognizione di sé e del proprio agire di fronte a coniugazioni verbali erronee e a lessico improprio; del nano Dotto, un nano-filosofo per la precisione, la cui abilità maggiore e la celeberrima tecnica nanica del Dimezzamento delle Possibilità; dell’umana Katy Brie, il cui nome richiama anch’esso un personaggio di Salvatore, togliendone però ogni poesia. La Katy di Bigio è infatti, oltre che una bella e bionda ragazza, un’infida ladra, avida, utilitarista e poco propensa ai sentimentalismi, ma non senza una certa incapacità nel raggiungere i propri obiettivi. Altri personaggi che si uniscono al gruppo sono la strega Baba Yaga, bellissima, potentissima e innamorata del protagonista (non ricambiata), il suo famiglio Brandolino, ex-fiamma di Katy e trasformato in topo, e un cavaliere della dea Fasturius temporaneamente deceduto, sir Tallis, anche noto come ‘Coso’.

387536_498644230170601_2076101285_nDa sinistra a destra: Glenda, Drizzit, Wally, Dotto, Katy, Baba Yaga, Brandolino

Senza dilungarci nei dettagli, la cosa più interessante della saga è il fatto che essa sia nata senza troppe pretese dalla tavoletta grafica di Bigio, e che si sia sviluppata da sé, sia nella storia, che nella qualità dei disegni, forte del proprio humor, della propria inventiva del continuo confronto diretto con i commenti del suo pubblico. Come già accennato, tra l’altro, Drizzit non è rimasto esclusivamente un fenomeno del web. Oltre ai due albi già pubblicati da Shockdom, infatti, Bigio è attivo sul territorio, spostandosi tra i vari raduni di fan, cosplayer e appassionati di fumetti ai quali viene invitato, attività che lui annovera sotto il titolo di Bigio in giro, di cui riportiamo qualche locandina.

923107_522131464488544_1688028166_n64446_510683522300005_190379922_n 166065_530288507006173_10146129_n 553192_513335102034847_843385254_n

Tra i webcomics non c’è tuttavia soltanto Drizzit. Ad esempio, nella pagina di Fumetti Crudi, sulla quale Bigio pubblica un’altra serie, The Author, vedono la luce strisce di altri suoi colleghi, formando un gruppo ben costituito e solidale, i cui membri talvolta si citano vicendevolmente o vengono citati e omaggiati da altri fumettari senza editore che affidano i propri balloon alla voce della rete.

______________________________________

                    Link e fonti utili:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...