Home

“A ogni
nuovo
Clima
che incontro
mi trovo
languente
che
una volta
già gli ero stato
assuefatto” 
(Da GIROVAGO di Giuseppe Ungaretti)

Campo di Mailly, maggio 1918. Giuseppe Ungaretti è un ‘piccolo soldato’ italiano trasferito dal Carso sul fronte francese durante la Prima Guerra Mondiale, e qui assapora con estrema sensibilità poetica la condizione umana dinnanzi all’orrore del conflitto. Egli traduce questo sentire nell’immagine del girovago, sempre in cerca di un posto nuovo e stabile in cui vivere, per accorgersi ad ogni tentativo d’essere tornato al medesimo punto di partenza senza aver trovato alcunché.

caspar_david_friedrich-viandante_in_un_mare_di_nebbia (1)

Il girovago di Ungaretti non è da confondere con il viandante romantico. Il viandare è difatti una condizione dettata dalla sicurezza dello Spirito, che riunisce dialetticamente in sé ogni slancio vitale e distruttivo, provocando l’esaltazione in colui che viaggia per viaggiare, per il quale ogni meta deve essere un nuovo punto di partenza e mai un arrivo. Al viandante preme esclusivamente la tratta. Il girovagare presuppone invece un eterno ritorno al punto di partenza, con esso si ricerca novità per ritrovare sempre il medesimo. Così il viaggiatore s’avvia entro un girare perpetuo che ad ogni tornata ne abbatte l’animo, rendendo così il suo cammino insicuro, vago. Dove il viandante continuamente si trova, il girovago eternamente si perde. Meglio detto in termini leopardiani, perennemente naufraga.

bocvanno

Il naufragio è infatti, secondo Ungaretti, la condizione dell’uomo colto nel pieno della guerra dove, di fronte alla terribile forza distruttiva del conflitto, si rende conto di vivere. Questa reazione è definita da Ungaretti Allegria; questa parola dà appunto il titolo alla raccolta a cui Girovago appartiene. La poetica dell’Allegria mette in discussione i due concetti cardine su cui si muoveva la letteratura italiana nel periodo dell’anteguerra: la schopenhaueriana ‘Volontà di vita’ e la nietzschiana ‘Volontà di potenza’. Alla prima si affilia la corrente dei Crepuscolari che, come il filosofo tedesco, vedono nella Volontà di vita un nemico da abbattere. Essi svuotano dunque la loro poesia da ogni contenuto, affermano soltanto di non aver nulla da affermare, men che mai di cui poetare, rendendo la propria condizione passiva rispetto allo scatenarsi del conflitto mondiale. Alla seconda si rifà invece il movimento Futurista, che vede nell’azione del distruggere il vecchio mondo la creazione di un futuro incontaminato, per il quale la guerra assume la connotazione di ‘sola igiene del mondo’, il principio attivo della propria visione.

?????????????????????????????????????????

Ungaretti invece è sensibilmente e biograficamente estraneo a simili speculazioni. Da poeta cosmopolita trova i suoi riferimenti nella Poesia Pura del francese Mallarmé, cosicché al disfattismo verboso dei Crepuscolari opponga la pagina bianca, all’attivismo virile e smanioso d’onnipotenza di Futuristi risponda con la tenue musicalità della propria poesia. Proprio dalla ricerca musicale del poeta francese Ungaretti trae ispirazione per l’originale soluzione metrica del Girovago. Questa è il cosiddetto ‘versicolo’, metro composto da versi brevi che tendono ad isolare i termini fondamentali del testo, facendoli risuonare nel marasma d’onde frammentarie del componimento, che non è mai scandito da punteggiatura, ma da soli spazi bianchi. Di conseguenza ogni parola deve essere la dura conquista di una ricerca accurata, che determini un lessico preciso, ma evocativo al contempo, salvando così la vacuità del proprio vagare, senza però decretarne la vanità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...